Cosa ha fotografato Alessandra Fadda: creatura aliena o bambola?

In questi giorni sta facendo molto discutere la testimonianza della signora Alessandra Fadda, che nel corso della nona  puntata di Mistero andato in onda su Italia 1 il 20 marzo scorso ha raccontato, in una intervista rilasciata a Daniele Bossari, la sua esperienza di addotta (presunta rapita da entità extraterrestri), di QHHT Practitioner nonché protagonista di contatti intercorsi tra varie razze aliene: una creatura in particolare, appartenente al gentil sesso e proveniente da Sirio B, si sarebbe fatta fotografare dopo diversi incontri.

A seguito dell'articolo pubblicato sul sito Ufoonline che racconta la storia della signora Fadda, ci sono stati degli approfondimenti in merito all'origine della presunta creatura aliena, grazie all'intervento di qualche lettore il quale, incuriosito, ha proposto un'ipotesi che, se accertata, trasformerebbe l'esperienza raccontataci dalla presunta addotta nell'ennesima bufala. A seguire l'indagine preliminare del caso.

Tralasciando il racconto narrato da Alessandra Fadda (rapita dagli alieni fin da piccola; netta distinzione tra razze aliene buone e cattive; contatti telepatici in lingua inglese e italiana; purificazione del suo corpo con un vapore puzzolente) e tralasciando anche ciò che è emerso dalle attività condotte dalla stessa in qualità di QHHT Practitioner con ipnosi regressive riadattate - dopo l'articolo di Ufoonline - in Visualizzazione Quantistica come da seguenti screenshot tratti dal sito della signora Fadda:

screenshot del 17 marzo 2014 tratto dal sito di Alessadra Fadda (si ringrazia l'utente Stige81 per il contributo)
screenshot del 17 marzo 2014 tratto dal sito di Alessadra Fadda (si ringrazia l'utente Stige81 per il contributo)
screenshot del 24 marzo 2014 tratto dal sito di Alessadra Fadda (si ringrazia l'utente Stige81 per il contributo)
screenshot del 24 marzo 2014 tratto dal sito di Alessadra Fadda (si ringrazia l'utente Stige81 per il contributo)

il tutto sufficiente per decretare questa storia come una fiaba, l'unico elemento "concreto" su cui è possibile sviluppare un'analisi preliminare è la foto scattata dalla contattista al presunto alieno, mostrata durante l'intervista di Daniele Bossari.

Immagine degradata ai fini educativi e per utilizzo senza scopo di lucro, secondo la Convenzione di Berna, art.10 (Copyright Mediaset - RTI S.p.A.)
Immagine degradata ai fini educativi e per utilizzo senza scopo di lucro, secondo la Convenzione di Berna, art.10 (Copyright Mediaset - RTI S.p.A.)

 

E' curioso anzitutto evidenziare come anche questa foto sia stata scattata in modo tale da non avere chiare le fattezze del soggetto: immagine sgranata, pessima messa fuoco, tagliata e decontestualizzata. Come se i contattisti si fossero tutti ammalati della stessa sindrome, quella del fotografo impacciato e sfigato che non è mai capace di immortalare in modo chiaro e inconfutabile un presunto UFO o alieno. Sono quasi settant'anni che ci provano, ma tant'è.

 

Fatta questa premessa e venendo all'immagine discussa, molti sono stati i commenti che hanno osservato nei connotati del presunto alieno di Sirio B delle somiglianze con il falso alieno recuperato durante l'ipotetica missione Apollo 20. Quello che però ha più incuriosito ed è stato oggetto di approfondimenti sul forum di Ufoonline, è stato l'intervento di un lettore, Massimo Girardi, che così ha commento nell'articolo pubblicato dallo stesso sito:

commento di Massimo Girardi su Ufoonline.it
commento di Massimo Girardi su Ufoonline.it

 

In tale intervento, il sig. Girardi ha fatto riferimento ad ulteriore somiglianza ricavata dall'osservazione dei connotati del presunto alieno, spiegando come il suo viso una volta elaborato e reso integrale con la funzione "immagine specchio" di qualunque photo editor, sia molto somigliante ad una particolare bambola riconducibile a Margarita Kutueva. Riporto di seguito le immagini con il profilo di una bambola messa a confronto dal sig. Girardi con il viso del presunto alieno, attigendo dal forum di Ufoonline al quale il lettore ha scritto ed inviato il suo elaborato:

Immagini elaborate da Massimo Girardi
Immagini elaborate da Massimo Girardi
gif animata prodotta da UFO of Interest
gif animata prodotta da UFO of Interest

 

Non c'è che dire, la somiglianza è davvero notevole nell'osservazione dell'arcata sopraccigliare, sul taglio degli occhi, sul naso, sulla bocca e sul mento. Solo una coincidenza?

Di più. Come avrebbe replicato la signora Fadda, secondo quanto scritto da Massimo Girardi, dopo aver notato questa somiglianza? Lo rileviamo proprio dal commento lasciato sul sito di Ufoonline:

 

«tantissimo, a parte la forma dek (sic) cranio

quella bambola è impressionante

beh, sicuramente è qualcuno che ha avuto contatti con quelli di Sirio B

perchè è quasi identica»

 

Quindi, qualora queste fossero state le esatte parole scritte dalla signora Fadda (è d'obbligo il beneficio del dubbio essendo una risposta riportata da altro soggetto) ciò significherebbe che non sarebbe stata lei a fotografare una bambola ma sono gli altri ad aver riprodotto un manichino somigliante al suo alieno essendo costoro in contatto con quelli di Sirio B.

Se così fosse, trovo personalmente questa riflessione della signora Fadda fuori da ogni logica. Sarà magari un mio limite quello di non riuscire a credere a ciò che la contattista ha raccontato e mostrato in questi giorni, ma risulta davvero difficile dare credito a questa storia.

 

Sui gruppi facebook dove l'argomento è stato oggetto di discussioni, circola voce che la signora Fadda sarebbe ben disposta a fornire la foto originale del presunto alieno al fine di stabilirne autenticità e natura del soggetto. Mi chiedo se dopo queste preliminari analisi sia davvero conveniente, per la contattista, di mettere a disposizione di altri qualcosa che potrebbe porre la parola fine alle sue attività di cui davvero non ne comprendo il senso, visto che il rischio di abusare della credulità popolare è sempre dietro l'angolo.

Aggiornamento 28.03.2014


Alla data odierna il sito di Alessandra Fadda risulta svuotato di ogni contenuto, come da seguente screenshot:

screenshot dall'home page del sito alessandrafadda.com
screenshot dall'home page del sito alessandrafadda.com

Aggiornamento 02.04.2014


In questo mio nuovo articolo vengono svelati diversi retroscena che chiudono definitivamente il caso, con la collaborazione di Paolo Bertotti.

Scrivi commento

Commenti: 12
  • #1

    Enrico Pennazza (mercoledì, 26 marzo 2014 13:16)

    Diciamo che è anche un anatomia impossibile (e quindi imperfetta)... Se guardiamo gli occhi , i bulbi oculari si intersecherebbero l'uno con l'altro per via della vicinanza alla linea di simmetria (naso ecc. ecc) e dell'estrema grandezza... Praticamente un autogol dovuto più all'ignoranza che ad altro...

  • #2

    Myth Beasts (mercoledì, 26 marzo 2014 15:27)

    Già con questa analisi parziale è possibile capire che la foto è stata "trattata" in maniera tale da apparire più artefatta possibile. Se la signora fornisce gli orginali, potremo notare ancora più somiglianze con la bambola.
    Il motivo per il quale è stata scattata ormai risulta di facile comprensione.

  • #3

    Massimo Girardi (mercoledì, 26 marzo 2014 20:10)

    Come ho scritto ad Enrico Tillotta:

    Io ho usato lo smartphone per fare una comparazione, ma credo che si possa arrivare alla verità senza condannarla preventivamente, e soprattutto senza linciarla in quel modo, neanche fosse una strega da mettere al rogo!!! ;-) B| 3:)

  • #4

    Myth Beasts (giovedì, 27 marzo 2014 16:24)

    Per carità Massimo, non condanniamo nessuno, non siamo in un tribunale, ma smascherare i furbetti questo sì, sarebbe cosa buona e giusta, per senso della verità ed onestà intellettuale.

  • #5

    UFO of Interest (giovedì, 27 marzo 2014 19:32)

    @Massimo Girardi

    Grazie per la visita.
    Non vi è alcun processo in corso nei confronti della signora Fadda ma solo la volontà di capire, visto che la signora si è esposta pubblicamente con dichiarazioni abbastanza inquietanti circa rapimenti alieni, contatti con gli stessi fino a mostrare una foto che rappresenta, a suo dire, una di queste creature aliene che le ha fatto visita.

    Come già riportato nell'articolo, tralascio tutta la storia che riguarda la sua attività di "ipnologa" preferendo comprendere quale effettivo soggetto la signora ha fotografato, nutrendo forti dubbi su quanto da lei raccontato.

  • #6

    Massimo Girardi (sabato, 29 marzo 2014 12:19)

    Forse, sarebbe utile che intervenisse la trasmissione Mistero con una consulenza di Pablo Ayo, e magari... un'inchiesta giornalistica, più approfondita, di Sabrina Pieragostini.

  • #7

    Massimo Girardi (sabato, 29 marzo 2014 13:08)

    La gente, per credere, ha bisogno di prove inconfutabili!!!

    Essere scettici, nella società in cui viviamo, è diventato un obbligo!!! ;-) B| 3:)

  • #8

    Sergio (lunedì, 31 marzo 2014 02:44)

    W internet, la madre di tutte le caxxatecaxxate

    E certe persone ci guadagnano pure





    W internet la madre di chi scrive è sempre incinta

  • #9

    Myth Beasts (lunedì, 31 marzo 2014 12:17)

    Massimo, trasmissioni del calibro di Mistero non hanno rilevanza giornalistica, ma solo intrattenimento. Che si parli di verità o no, poco importa, in quanto sono i numeri ad avere l'aspetto più rilevante. Ayo ha già dato modo di essere un "tecnico" poco esperto, vista la quantità industriale di avvistamenti etichettati da egli stesso come genuini e dimostrando poi in altri lidi (compreso questo) il contrario.
    La gente ormai ha capito che le chiacchiere vengono portate via dal vento, mentre la prova tangibile è quella che incrimina il ladro (finito in galera non per sentito dire, spero si sia capito il paragone).

  • #10

    Massimo Girardi (lunedì, 31 marzo 2014 12:37)

    Personalmente le ho suggerito di fare altre foto, magari usando il flash.
    Le ho suggerito di farsi installare una telecamera ad infrarossi, in camera da letto.
    Le ho suggerito di chiedere, agli alieni, un loro manufatto.
    Le ho suggerito di chiedere, alla sua amica di Sirio B, di far apparire un'astronave in piazza Duomo in pieno giorno.
    Le ho suggerito di sottoporsi alla macchina della verità, fatta con il computer.
    Le ho suggerito di dire tutta la verità, perché è sempre la miglior difesa.

    La sua risposta è stata: "Ho sempre detto tutta la verità".

  • #11

    Myth Beasts (lunedì, 31 marzo 2014 12:46)

    Massimo la questione è un'altra. Lei ha detto che l'alieno ha dato il suo consenso per la foto, quindi ha molto senso mostrarne una a mezzo viso, sgranata, con poca luce e tanti artefatti?
    Visto che l'alieno è consapevole di divenire una celebrità, che almeno si metta in posa e consenta al povero iPhone di immortalarlo degnamente e come si deve.
    Questa è l'ennesima prova che ci si è divertiti alle spalle della gente, per cui la verità si trasforma in pubbliche ammissioni di ciò che conviene meglio dire.

  • #12

    Massimo Girardi (lunedì, 31 marzo 2014 13:43)

    Non giudico le persone dai loro errori, ma dalla loro voglia di rimediare!!! ;-) B| 3:)