Fuffa Watchdog: Pier Giorgio Caria

L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

 

Pier Giorgio Caria è un documentarista che offre la sua professione in ambito misterico e sensazionalista, producendo negli anni diversi documentari anche per la TV nazionale.

 

Per dare una giusta collocazione del sig. Caria in ambito ufologico, è necessario fare riferimento alle figure con le quali collabora da anni, in primis Giorgio Bongiovanni e Antonio Urzi.

 

Dopo queste esperienze e frequentazioni, Caria decide di investire nella ricerca della verità in ambito mistico e misterico, e su questo niente da obbiettare; in tanti sono alla ricerca della verità e del sapere. Tuttavia il dilemma si propone quando Caria incappa in grossolani errori che dovrebbero far desistere anche il più ostinato degli aspiranti nuovi profeti. Vediamone alcuni.

 

L'incongruenza più significatica, che basterebbe a deligittimare il sig. Caria come serio ricercatore in ambito spirituale ed ufologico, proviene da una sua dichiarazione espressa durante una conferenza tenutasi a Taormina nel settembre 2010 a. Il quel contesto Caria pronunciò una frase che collide con ciò che va ancora affermando circa l'origine degli extra terrestri: "Questi esseri hanno detto una cosa rivoluzionaria, nemmeno credete in Gesù Cristo fate semplicemente quello che c'è scritto li (nel Vangelo - n.d.r.); cancellatelo".

 

Ora, da una parte Caria si fa portatore del messaggio di cancellare Gesù Cristo, ed i filmati che contenevano questa affermazione sono stati prontamente rimossi da internet, eccetto uno:

Dall'altra parte Giorgio Bongiovanni con lo stesso Caria fanno continuamente riferimento, durante le loro conferenze, alla seconda venuta di Cristo come riportato qui (copia backup) in un articolo del dicembre 2010, a firma di Pier Giorgio Caria, nel quale si legge alla fine:

 

Che fare allora, di chi fidarci? Io, alla fine, affermo senza timore di smentite: “meno male che ci sono i nostri amici e fratelli extraterrestri e la promessa certa del Suo ritorno con gran potenza e gloria, fattaci dall'amatissimo Maestro e nostro Salvatore Gesù Cristo, sennò è certo che nemmeno gli Eletti si salverebbero”.

 

C'è quindi qualcosa che non torna nelle sue convinzioni e sul modo di divulgarle. Come mai?

 

In relazione al fenomeno UFO, Caria presiede a diverse conferenze dove propone contributi videofotografici misti tra credenze new age, civiltà antiche, crop circles interpretati secondo una lettura profetica e messaggi esogeni, citando frequentemente le esperienze di Giorgio Bongiovanni ed Eugenio Siragusa.

 

Il sig. Caria afferma ragionevolmente che non bisogna affrontare la questione ufologica sotto l'aspetto della fede, evitanto quindi un approccio fideistico ed avvalorando il fenomeno UFO con prove. Prove della presenza aliena che, a suo dire, sono da sempre disponibili. Il grosso problema inizia a sussistere quando egli mostra queste prove esponendo i documenti video e fotografie di Antonio Urzi, i cui avvistamenti sono stati smentiti come già ampiamente riportato nella pagina dedicata allo stesso in questo blog.

 

Tra i diversi contributi che il sig. Caria mostra nel corso delle sue conferenze, molto spazio viene dedicato al fenomeno dei crop circles la cui origine, secondo la sua interpretazione, è da attribuire al tentativo di civiltà aliene di comunicare con noi poveri terrestri in attesa di salvezza.

 

Uno dei tanti esempi sulla inattendibilità dei documenti mostrati dal sig. Caria è l'aver avallato per anni il famoso caso di Oliver Castle, nel quale si attribuiva la formazione di un cerchio nel grano ad alcune sfere di luce mentre volteggiavano sullo stesso che, come per magia, prendeva forma. Peccato che da anni l'autore del filmato aveva già confessato di aver realizzato un falso:

 

Restando sul tema dei crop circles, non è da trascurare una maldestra disamina prodotta dallo stesso Caria nella quale elabora una bizzarra interpretazione (copia backup) su un cerchio nel grano realizzato, a sua insaputa e di tutti coloro che ne sostengono una natura extraterrestre, dall'ing. Francesco Grassi del CICAP.

 

Altro errore commesso nelle valutazioni prodotte dal sig. Caria è quello di sostenere che il pianeta Marte sia un pianeta vivo, misinterpretando alcune immagini delle missioni NASA accusata a sua volta di occultare o manipolare fotografie in cui si intravedrebbero foreste, acqua allo stato liquido, laghi, bagnasciuga, piramidi, sfingi e rovine antiche. E' lo stesso errore (per usare un eufemismo) in cui è incappato Ennio Piccaluga, già spiegato qui.

 

Nonostante queste evidenze a riguardo della inattendibilità di Caria come ufologo, ricercatore e profeta, egli viene spesso invitato come relatore nei convegni organizzati dal Centro Ufologico Nazionale (C.U.N.), dove propone il solito minestrone new age in salsa ufologica.

 

Memorabile resta infatti la sua presenza al simposio del C.U.N. di San Marino 2012 dove, in presenza di Roberto Pinotti (segretario del su citato centro ufologico) apparentemente consenziente, presenta alla platea "Il caso Urzi" definendolo come il caso più controverso del secolo. Controverso lo è di certo ma per ben altri motivi già approfonditi in questo blog. Eccolo di seguito direttamente dal profilo YouTube di Pier Giorgio Caria:

 

In ultima analisi: delle foreste marziane segnalate da Caria (la cui natura è già stata spiegata nell'articolo dedicato al sig. Piccaluga) ne volessimo parlare? Oppure, sempre a dire dello stesso documentarista, di presunte stelle che salgono e scendono dal cielo?

 

Da un filmato estratto da una conferenza di Piergiorgio Caria tenutasi ad Agordo nell'agosto 2012:


Aggiornamento 04.01.2014

Nella recente intervista rilasciata da Piergiorgio Caria su YouTube attraverso il canale iconiconstudio, lo stesso ha confermato che i cerchi nel grano sono dei chiari segni che annunciano la seconda venuta di Cristo. Ne sarebbe un esempio proprio Giorgio Bongiovanni (ma va?) che vivrebbe in sè uno straordinario sincretismo essendo sia un contattista con esperienze di carattere cosmico/extraterrestre, sia uno "stigmatizzato" con esperienze a carattere mistico. A seguire la parte del video, che consiglio di vedere integralmente, in cui viene fatta tale dichiarazione:


Aggiornamento 03.12.2014

Grazie ad una segnalazione giuntami attraverso il mio profilo facebook, ho potuto constatare che Pier Giorgio Caria ha spacciato un acclarato fake UFO, prodotto dal noto canale hoaxer xxxdonutzxxx, per un'astronave aliena durante un convegno del 9 dicembre 2012.


Questa che segue è la parte che ci interessa:


Il fake realizzato dal citato hoaxer è ancora online, disponibile nell suo canale YouTube:


Ecco cosa dice Caria in questa parte del filmato:


«... il 24 settembre di quest'anno [falso! video pubblicato il 26 luglio 2012 - n.d.r.] dove un astronave in volo di pattugliamento sopra i cieli del Messico [falso! il fake è stato collocato in Corea del Sud - n.d.r.]... guardate che bello... fase energetica... fase metallica... di nuovo fase energetica... di nuovo fase metallica e poi scompare nel nulla.


A un certo punto PUFF! esce fuori dal nostro campo visivo, accelera... vedete... sempre di più e scompare.


Quindi una tecnologia che avrebbe la meglio di tutti gli eserciti del mondo in pochissimi minuti. Cioè noi, se si scatenasse una guerra interplanetaria, non avremmo nessuna speranza di vincere contro questa aviazione esterna.»


Non c'è che dire. Un clamoroso Epic Fail.


Aggiornamento 14.07.2016

Tratto direttamente dalla pagina facebook di UFO of Interest.

Buona visione.