Le strane luci di Lecco, l'astronave aliena e i precursori sismici: siamo su PicsArt

Accade, più spesso di quanto si possa immaginare, che la pubblicaziopne di una foto sui social, come facebook in questo caso, venga fatta senza valutarne le conseguenze: perchè la volontà iniziale è quella di destare solo curiosità, suscitare interesse, una certa attrazione e tanti commenti, like e condivisioni.

Tutto questo viene fatto quasi sempre in buona fede, perchè l'arma dello sharing istantaneo permette a noi tutti di acquisire ampi consensi da chi condivide la stessa passione verso un particolare argomento come può essere, nel caso in esame, quello degli UFO e la manifestazione di un evento apparentemente inspiegabile.

Una foto, buttata lì quasi per caso e senza alcuna descrizione, inizia a circolare lasciando all'utente che la condivide ogni possibile interpretazione: ecco che arrivano gli UFO, i fratelli di luce, gli amici alieni, i pleidiani, un segno divino, un avvertimento e via discorrendo.

Tutto questo è avvenuto per un paio di scatti fotografici fatti, tra fine ottobre e i primi di novembre, da un residente di Lecco, il sig. Giuseppe Filipponi, molto probabilmente ignaro di come tale goliardata potesse velocemente sfuggirgli di mano a causa di chi ha saputo speculare con le ipotesi più meschine: tra le numerose interpretazioni fornite da chi ha condiviso i suoi post c'è stato, purtroppo, chi è andato oltre associando tali scatti al recente terremoto del centro Italia, come se le strani luci fotografate su Lecco fossero un allarme o un precursore sismico. Di fronte a questa spaventosa cazzata è il caso di far luce su quello che doveva essere solo un gioco.

Attraverso il suo profilo facebook, il sig. Filipponi ha condiviso pubblicamente (copia archiviata) queste foto che hanno fatto velocemente il giro del mondo, tanto da essere anche oggetto di un paio di articoli pubblicati all'estero (Daily Express; Tech Times):

Credits: facebook.com/giuseppeuriel.filipponi
Credits: facebook.com/giuseppeuriel.filipponi
Credits: facebook.com/giuseppeuriel.filipponi
Credits: facebook.com/giuseppeuriel.filipponi

 

Le stesse immagini sono state confezionate anche su YouTube da diversi utenti (ci sono decine di video) che non hanno perso tempo a rendere ancora più virale questo inesistente "caso italiano". Riporto giusto un paio di screenshot senza incorporare i filmati:


Di cosa stiamo parlando? Devo confessare che inizialmente avevo ritenuto la prima immagine (quella più discussa) abbastanza "innuocua", frutto forse di un riflesso o di qualche particolare condizione atmosferica. Ma sfogliando successivamente le restanti foto di Filipponi, alcune delle quali (come la seconda sopra riportata) davvero improbabili, ho voluto indagare meglio soprattutto quando le dette immagini sono statao accostate, in modo vergognoso, al recente terremoto.

 

Ci sono arrivato solo ieri, pubblicando questo post, grazie soprattutto all'aiuto di un utente che mi è stato molto prezioso nell'indagine, e non facendo peraltro caso ad uno dei commenti finali pubblicati il giorno precedente da chi aveva intuito il giochino: si tratta di un fake ottenuto attraverso l'applicazione PicsArt, che permette di modificare la foto scattata utilizzando anche diversi effetti: uno di questi è difatti l'effetto Lens Flare (riflesso).

 

Ed ecco quali esatti effetti l'autore dello scatto ha utilizzato per le foto ormai viralizzate:

 

Naturalmente ho voluto provare anch'io l'esperienza unica di essere protagonista di un avvistamento UFO o di ricevere un qualunque segno dal cielo dai fratelli di luce. Per cui ho scaricato PicsArt, ho scattato una foto al nulla, tranne qualche nuvola, e con qualche tocco felpato delle mie dita sul monitor ho finalmente sentito la mia anima e raggiunto la consapevolezza estrema fino all'io più profondo: sono un contattista!

 

Ho realizzato anche un video pubblicato sul mio canale YouTube:

Scrivi commento

Commenti: 4
  • #1

    Stefano (giovedì, 10 novembre 2016 13:52)

    Che figura di merda il Filipponi!

  • #2

    Enrico (venerdì, 11 novembre 2016 09:28)

    Madonna santa che storia assurda, quiesta gente che fa circolare sti fake è davvero messa male male male.

  • #3

    Michele (mercoledì, 23 novembre 2016 15:09)

    Il problema è la diffusione immediata di questo materiale senza controllo.

  • #4

    Franz (domenica, 27 novembre 2016 23:23)

    Ma questa cosa non capita solo con le foto o con i video ma ancora di più con i racconti (es.le scie chimiche,yeti,ecc..) sino ad arrivare a creare nuove religioni (es Scientology,Raeliani ecc.).
    Gli scrittori sono dei proffessionisti in questo.