UFO Kinder redux: lo scivolone del CUN sul lens flare delle Frecce Tricolori

L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.


Forse non tutti sono a conoscenza dell'imbarazzante epilogo che il caso delle Frecce Tricolori su Forte dei Marmi ha avuto in questi ultimi giorni. Un (falso) evento che ha visto il suo "brillante" esordio nell'ultimo convegno organizzato a Firenze dal G.A.U.S. (Gruppo Accademico Ufologico di Scandicci); rilanciato in pompa magna anche da autorevoli testate; discusso in ogni forum e blog a tema. Il tutto con l'appoggio incondizionato del CUN (Centro Ufologico Nazionale) che ha ritenuto quello che si è poi dimostrato un banale riflesso (lens flare) un incontro ravvicinato del secondo tipo (IR2), tanto da sbandierarlo attraverso un risibile comunicato stampa.

Confermata l'effettiva natura dell'UFO anche da parte del CUN in maniera ufficiosa, resta da capire in che modo questi "esperti" siano giunti a tale conclusione e perchè, nonostante la disarmante evidenza, il più importante centro ufologico di riferimento nazionale ritenga il caso ancora valido tanto da giustificare il citato comunicato stampa.

Quella che segue è la cronistoria che ha trasformato un IR2 in un Epic Fail, al pari (se non più grave) del precedente scivolone del caso di Punta Raisi, meglio noto come UFO Kinder.

 

Il punto di partenza di questa buffa storia è nel più volte citato comunicato stampa pubblicato dal CUN. E' necessario riportarlo ancora una volta perchè è da tale contenuto che si evidenziano le successive incoerenze del citato centro ufologico:


Come si può leggere in modo chiaro e senza alcuna interpretazione del testo sopra riportato nè sospetto di qualche messaggio nascosto, il comunicato del sig. Roberto Pinotti (attuale segretario del CUN) fa riferimento esclusivamente al video registrato dal sig. Scorza: si parla della presenza di un corpo solido, compatto e veloce (il lens flare); della sua scia (lo spostamento del riflesso sulle lenti della videocamera durante lo zoomout); dell'analisi fatta al video unitamente ai referenti del G.A.U.S. e dello stesso Scorza (quale analisi?); della presenza di altri due oggetti non identificati (altri riflessi, come facilmente dimostrato); di un black out elettronico stando alle prime dichiarazioni fornite dal cameraman, nonostante sia poi emersa la pubblicazione di un secondo filmato registrato da altro spettatore, senza che in esso venisse riscontrata alcuna anomalia.

 

Accade poi l'imprevisto: sul forum del CUN (ora Mistery Network) viene aperta una discussione per approfondire il caso. Dopo un'inizio in sordina in cui anche primi commenti si limitano a citare l'ipotesi del lens flare, l'utente Gucumatz interviene per chiedere ai principali referenti del centro ufologico (Roberto Pinotti, Alfredo Benni in primis) il riconoscimento dell'errore da parte di chi ha sostenuto l'ipotesi UFO e di (addirittura) un IR2.

 

Quella che segue è una sequenza di faticosi interventi da parte di Alfredo Benni (Consigliere Nazionale e Coordinatore CUN Lombardia) con i quali si mette in atto una "strategia" per salvare il salvabile e cercare di spostare l'attenzione non più sull'oggetto concreto descritto nel comunicato stampa, poi ufficiosamente riconosciuto come un riflesso, ma sulla presunta storia che starebbe a monte di questo "non-caso" il quale rappresenterebbe, a dire del sig. Benni, solo un aspetto marginale e secondario. Iniziamo con il primo commento da considerarsi il tassello iniziale di un mosaico che, non reggendo all'evidenza dei fatti, si sbriciola inesorabilmente.

 

Alla legittima richiesta di capire in che modo il CUN intendesse agire per un secondo comunicato di smentita, arriva la replica con cui viene introdotta e su cui verte l'intera linea difensiva:

 

- post originale (copia backup):

 

Come nel caso UFO Kinder, abbiamo 2 eventi in contraddizione. Da una parte una notifica di un evento. Pinotti non è uno sprovveduto e ha le sue fonti in aeronautica. Se ha fatto un comunicato stampa è perché sa da fonte certa che qualche cosa c'è stato. Il problema è che poi compare una "prova" che non è una prova e che manda tutto in "vacca". Un falso nel caso Garofalo. Un lens flare qui. Sono cose strane, ma succedono in ufologia...

 

E credo che ci si possa fare ben poco...

 

Se a qualcuno non è chiaro, in questo commento si sta sostenendo, per la prima volta, che il comunicato stampa nasce non solo dalla pubblicazione del video del sig. Scorza, ma anche e soprattutto per la notifica (?) di un evento (?), così come accadde per la bufala del caso di Punta Raisi, dove l'acclarato falso fece, a detta del CUN, solo da cornice ad una non meglio specificata segnalazione di altri avvistamenti e/o eventi.

 

Domanda: com'è possibile che il comunicato stampa non abbia fatto alcuna menzione di questo presunto evento concentrandosi invece solo sul video del sig. Scorza?

 

- post originale (copia backup):

 

[...] MA noi sappiamo (e qui rivelo un retroscena che pochi sanno) che c'è una segnalazione archiviata dalla protezione civile che registra un caso UFO proprio in quell' area ed in quei giorni (non dimentichiamo che in quel periodo infuriava il problema di Caronia). Guarda caso poi spunta il tarocco tramite uno che probabilmente è stato "usato" e a cui hanno detto: vai e manda in giro queste foto". Che strano, eh ?

 

Ecco il secondo tassello in cui l'attrito tra unghie e specchio comincia a farsi sentire: si menziona nuovamente il caso di Punta Raisi svelando un presunto retroscena relativo ad altre segnalazioni (si cita Caronia, parolina chiave per far fantasticare il lettore) ed al fatto che la sorpresina dell'ovetto Kinder fosse addirittura un depistaggio, una strategia studiata a tavolino, per distogliere l'attenzione su quelli che erano ben altri fatti, ma non si sa di che natura.

 

- post originale (copia backup):

 

C'è poca autoironia. Il caso UFO Kinder è stata una bella "operazione" di disinformazione. Non posso che definirla così.

 

Operazione di disinformazione? Non c'è che dire, ci vuole una bella faccia tosta per difendere quella che, prima del caso "Frecce Tricolori", è ricordata da tutti gli appassionati e addetti ai lavori come la più eclatante figuraccia fatta da un centro ufologico italiano di respiro internazionale.

 

- post originale (copia backup):

 

Volevo mettervi a conoscenza che ho sentito telefonicamente il Sig. Scorza che si è dichiarato del tutto disponibile ad approfondire con noi del CUN il caso. Abbiamo parlato per circa un' ora confrontandoci sui dati e scambiandoci mail. Il risultato è che pur rimarcando la stranezza del fenomeno anche lui è abbastanza "sedotto" dalla spiegazione del particolare tipo di lens flare.

 

Stiamo valutando se fare ulteriori analisi ed in questo caso mi verranno inviati i frame originali.

 

Che cosa? Approfondire il caso con il CUN? Quindi il caso non era ancora stato approfondito né il video analizzato? E allora come diavolo è nato quel comunicato stampa dove invece si dichiara: "[...] (da noi visionato e poi analizzato... ) [...] Una volta studiato con i colleghi del GAUS toscano e con lo stesso Fabrizio Scorza... ". La contraddizione è devastante: il caso è stato approfondito dal CUN prima di pubblicare quel comunicato? Sembra proprio di no.

 

- post originale (copia backup):

 

Mmmmm non credo ci sarà nessuna smentita di nessuno. Abbiamo:

a) informativa da fonte diretta

b) anomalie elettromagnetiche dichiarate

c) Che il video sia risultato un lens flare è ininfluente. Per altro non mi sembra che tanto meno l' autore abbia gridato all' ufo. Ha solo segnalato l' anomalia stimolato dai fatti a) e b)

 

Ma di cosa sta parlando? Quale informativa? Quale fonte diretta? Quali anomalie elettromagnetiche (al più erano elettroniche)? Ecco che l'attenzione viene spostata su aspetti ignoti al lettore e a qualunque utente che si è incuriosito sulla ricostruzione di questo presunto avvistamento. Ora il video del lens flare, vista la figuraccia che inizia a consolidarsi, diventa ininfluente se rapportato a presunti eventi di cui però quel comunicato non fa il minimo accenno né si possono riscontrare in altre notizie o da altri testimoni.

 

Il punto c) è poi l'apoteosi della contraddizione, visto che il sig. Scorza ha parlato di UFO anche nell'intervista andata in onda la sera di venerdì 14 a Studio Aperto, nella rubrica Extremamente di Sabrina Pieragostini, dove dichiarava "la presenza di un oggetto che non riuscivo a identificare [...], di un'esperienza incredibile che mi ha emozionato in maniera forte"; "di un oggetto che viaggiava ad una velocità di almeno sette volte superiore agli aerei".

 

Alla domanda della Pieragostini su cosa il sig. Scorza avesse pensato alla presenza di quell'intruso, la risposta è stata: "Se devo essere sincero a un UFO". Quindi il sig. Benni ha clamorosamente toppato nella prima ricostruzione dei fatti che hanno reso un banale riflesso in un grido all'UFO.

 

- post originale (copia backup):

 

Guarda, parlando di metodologia di indagine, per noi vale più una testimonianza rispetto ad un filmato. Se poi hai più testimonianze e anche problemi elettromagnetci direi che siamo in pieno IR2. Il filmato è solo la ciliegina sulla torta. Veramente peccato sia stato un lens flare.

 

Vedi Gucumatz, tu non sai cosa abbiamo in mano noi. E non sai chi e quanti ci hanno avvicinato. Non sai che ci è stato detto e non sai che ruolo ha chi ci ha detto cosa. Sai solo quello che hai visto da quel filmato. In pratica non sai nulla eccetto quello che è pubblico. Credi proprio che Pinotti sia così tanto incauto da fare un comunicato stampa basandosi SOLO su un filmato di un puntino ? Eddai... su...

 

Di quale "metodologia di indagine" si sta parlando? Una corretta indagine non avrebbe mai consentito la sponsorizzazione di quel video e del conseguente comunicato stampa. Si fa accenno a nuove, ignote, testimonianze ed a presunti problemi eletromagnetici (aridaje, erano elettronici) nella vana speranza di gettare al più presto nel dimenticatoio il filmato del sig. Scorza. Le allusioni sulle informazioni riservate di cui il CUN sarebbe in possesso in merito a questo "non-caso", sono a dir poco surreali, come surreale è la considerazione sull'incauto comunicato stampa pubblicato da Pinotti che, come finora dimostrato e secondo i fatti raccolti, è basato solo su quel riflesso.

 

Il riferimento ad altri presunti testimoni che avrebbero osservato l'oggetto (il riflesso) e confermato strane anomalie, fa nascere legittime domande da parte dell'utente Gucumatz che fa notare come di tale oggetto il sig. Scorza se ne sia accorto solo a casa, in fase di montaggio video, e non in tempo reale. Quindi di quali testimonianze si sta parlando? La risposta del sig. Benni:

 

- post originale (copia backup):

 

Ma guarda, sappiamo che il Sig. Scorza vuole al più presto uscire da questa situazione e tornarsene al lavoro. E' stato fatto troppo casino. E non ha nemmeno voglia di coinvolgere pubblicamente altre persone in questa storia. Ovviamente non si parla di contatti virtuali, ma di persone fisiche con tanto di nome e cognome. Gli abbiamo pertanto consigliato di non fare altre dichiarazioni eccetto quella congiunta con Pinotti che verrà fatta in TV fra qualche giorno. Pertanto siete pregati di non tempestarlo di domande e mail che tanto non vi risponderà.

 

Persone fisiche con nome e cognome. E chi sarebbero? Perchè non sono emerse prima per rafforzare ciò che il sig. Scorza andava sostenendo? Non ci è dato sapere. Fatto sta che esisterebbero e bisognerebbe credergli sulla fiducia, ma è una richiesta improponibile. La situazione sembra insomma sfuggire di mano dove ad ogni replica di Benni emergono nuove contraddizioni che rendono il caso di Forte dei Marmi ancora più ridicolo di come si è finora mostrato. L'arrampicata continua...

 

- post originale (copia backup):

 

Pinotti è un grandissimo esperto di ufologia come pochi ne esistono sul pianeta, ma non è un analista video. Si fida di quello che gli viene detto dai nostri analisti. Si chiama lavoro di squadra. C'è chi si occupa delle segnalazioni, chi fa le indagini in loco, chi analizza i filmati, chi coordina e chi archivia i dati. Direttamente a Pinotti e al Gaus sono arrivate diverse segnalazioni. Poi ci mettiamo le segnalazioni delle anomalie elettriche. Il filmato, come detto era la ciliegina finale. E' abbastanza ovvio collegare il tutto. Ma ripeto, il fatto che ora il filmato non sia una prova, non deteriora le testimonianze che abbiamo ricevuto. Diciamo pure che senza il filmato ci saremmo tenuti il caso per noi senza alcun comunicato stampa.

 

Bel gioco di squadra davvero! Come può un autorevole ed esperto ufologo fidarsi di "ciò che gli viene detto" senza che ci sia un peer review o semplice un fact cheking da parte di altri analisti video o associati dello stesso CUN? E chi sarebbero questi "analisti" che esaminando il filmato del sig. Scorza hanno confermato la presenza di un oggetto solido, sbagliando clamorosamente?

Ecco quindi che il filmato su cui verte la credibilità di quel comunicato stampa non è più una prova, visto che per il CUN il caso resta interessante grazie ad altre presunte testimonianze di cui però non si conoscono i particolari, perchè delle generalità a nessuno importa se una testimonianza, anche anonima, permette di riscontrare un evento realmente accaduto. Ma qui di reale sembra non esserci un bel nulla.

 

All'ennesima legittima richiesta (copia backup) da parte dell'utente Gucumatz di sapere, di comprendere, di capire in che modo questi nuovi, presunti, testimoni avrebbero confermato la presenza di un oggetto durante l'esibizione delle Frecce Tricolori, ecco in che modo risponde il sig. Benni:

 

- post originale (copia backup):

 

Gucumatz, non ci siamo. Le segnalazioni non provengono dal Sig. Scorza ma da altri canali. Come ho detto più su Gaus e Pinotti (fonte diretta). Se tu ricevi anche un filmato interessante è automatico collegare le cose, no ?

Pertanto: non rompere le palle a Scorza che tanto più di quello che ha detto non può dire. Poi se ti vuoi far denunciare per stalking va bene. Io direi che è giunto il momento di abbassare i toni. Non credi ?

Poi su chi sono queste persone non mi è consentito dire di più. Né mi è consentito dire se siano civili o militari. Punto !

 

E' da non crederci. Benchè le analisi del filmato, pubblicate in questo blog, hanno dimostrato la presenza di un banale riflesso che non può più essere negato dal CUN, si insiste nello spostare tutta l'attenzione dal video del sig. Scorza a presunti testimoni, a ben altre fonti dirette, ad altri canali. E per confermare cosa se tutta la vicenda è nata esclusivamente dalla pubblicazione del citato filmato? Non ottenendo alcuna risposta circa la presenza di altri, presunti, testimoni viene rinnovata la richiesta di saperne di più con la conseguenze replica:

 

- post originale (copia backup):

 

Allora su chi ha detto cosa. Caro Gucumatz:

1) Primo non capisco perché io debba dare questa informazione a degli anonimi in rete. Scott Brando, Gucumatz, _Insider_, ecc... Tutti alias fantasiosi di persone che fanno gli scettici a tempo pieno. Ma voi lavorate ? Dormite ? Vivete ? Chi è che vi mantiene ?

2) Premesso il punto 1) non ti posso dire chi ci ha detto cosa, perché questo equivale a rivelare la mia fonte. E il CUN non desidera che le sue fonti vengano "bruciate".

3) Scegli tu. Magari è stato visto qualche cosa ad occhio nudo, o magari con sistemi di telemetria o tramite flir, o magari con sistemi radar, o magari è stato intercettato da caccia che si sono levati in volo. Magari è successo tutto assieme o magari non è successo nulla o solo una parte. Magari questo caso è delicato e qualcuno ha chiesto che si chiuda velocemente. In fondo non c'è il video e quindi non possiamo dimostrare nulla. O magari non è mai successo nulla e Pinotti ed io siamo tutti impazziti. Scegli tu. Per me va bene tutto quello che decidi. Non mi tange nemmeno per un attimo quello che pensa e afferma Gucumatz.

4) L' intervista che sbandieri tanto non è una smentita dell' AMI ma solo l' intervista ad un ex comandante che dice che... Ovvero hanno intervistato un colonnello in pensione (?) che ha detto che a suo giudizio... ecc...

5) Il fatto che tu continui a nominare questa persona e che vi stato qualcuno che ha telefonato alle redazioni chiedendo smentita rivela il vostro accanimento. Sul fimato ci siamo già tutti pronunciati. Non vedo quindi il motivo di continuare questo atteggiamento dando alle persone del "coglione".

6) Tu hai la facoltà ed il diritto di esprimere la tua opinione, nel rispetto della buona educazione e senza imporre il tuo pensiero. Ma tutti hanno il diritto di esprimere il proprio pensiero. Invece tu vuoi arrogarti il diritto di esprimere il tuo pensiero e tacitare tutti gli altri dandogli del "coglione". Ripigliati !

 

E' una bella sequela di corbellerie. Con la scusa che chi chiede informazioni siano degli "anonimi" (si dimentica che si discute in un forum con la registrazione di molteplici nickname, non è mica l'anagrafe) non si risponde a domande nate dagli argomenti messi in tavola proprio dallo stesso Alfredo Benni: la presenza di nuove fonti che confermerebbero il caso delle Frecce Tricolori, a prescindere dal riflesso. E' una linea difensiva che fa acqua da tutte le parti e prende cantonate in modalità combo. Si allude ad altre fonti ma ci si nasconde dietro una immotivata riservatezza. A questo punto tanto valeva non farne il mimino accenno, visto che la logica ed il buon senso esigono poi risposte da chi propone una versione diversa dalla realtà dei fatti, e colui che l'ha proposta non è un semplice utente ma un consigliere nazionale del CUN. E l'ha proposta senza che nessuno gli chiedesse nulla rispetto alla semplice conferma del lens flare.

 

Continua la sterile difesa ad oltranza sul mantenere "riservate" certe informazioni e sull'evidenza, ora, del lens flare:

 

- post originale (copia backup):

 

Gucumatz, ascolta... Per me il testimone è sacro. Quindi se uno mi passa una informazione, io mai e poi mai lo tradirò andando a spiattellare tutto solo perché potrei soddisfare la tua curiosità e così facendo trarmi di impaccio da questa storia. Pertanto il testimone non verrà tradito anche a costo di avere, come dici tu, un "calo di credibilità". L' informazione la giudichiamo "delicata" e quindi mi spiace ma non verrà fuori. Poi di pure quello che vuoi per tutta la rete. Non mi muovo di un millimetro.

 

Semplice, non ne abbiamo parlato prima perché era una informativa. Pensavamo che il filmato, arrivato DOPO, fosse la prova a complemento. Tutto qui.

 

Scusa ma che devo smentire che è 2 giorni che continuo a dire che è un lens flare ? Non so. Ma li leggi i post ? O ti piace tanto continuare questa farsa ?

 

Ma di quale informazione "delicata" sta parlando? Perchè insiste su qualcosa che ha deciso di non riferire più (ma chi glielo ha fatto fare...)? Facile far lavorare la fantasia dando informazioni a spizzichi e bocconi per poi non dar conto alle conseguenze che le stesse possono generare se un qualunque normodotato chiede delucidazioni in merito che puntualmente vengono dribblate. Nello stesso post arriva la parte più esilarante:

 

Rettifico quello che dici poiché non è corretto: questa persona che tu nomini, si è presentata con un filmato chiedendo informazioni. MA NON è l' unico "testimone". Ce ne sono altri che ci hanno contattato direttamente (Pinotti e Gaus). Lo so che non mi credi ma è così. Per un puro caso il filmato non è una prova in quanto è un lens flare del tutto particolare (e 2 volte che lo ripeto solo in questo post).

 

Alfredo Benni chiede un atto di fede, dimenticando che si sta parlando di un presunto avvistamento UFO che richiede riscontri oggettivi e tecnici e non dell'apparizione della Madonna, a cui ognuno è libero di credere. La questione dei "nuovi testimoni" è un pesante macigno fatto rotolare dallo stesso consigliere nazionale del CUN, il quale non ha previsto come la cosa potesse risultare poco credibile rispetto ai legittimi dubbi sollevati dall'utente Gucumatz, condivisibili da chiunque fosse dotato di buon senso.

 

Nella discussione si insiste sul comprendere i termini di queste "nuove testimonianze", disinteressandosi delle loro generalità, che non avrebbero difatti alcun rilievo rispetto all'eventuale efficacia di un racconto dimostrabile. L'ennesima risposta piccata:

 

- post originale (copia backup):

 

Gucumatz, veramente. Ho capito che sei curioso e vorrei dirti tutto. Ma non si può. Ti posso solo dire che a noi la segnalazione è arrivata moooolto prima che il sig. Scorza diffondesse il video.

 

Eh se ti ho detto che non si può non si può... Eccheccaspita !

 

Se non ci fosse stato il video, l' informativa non sarebbe mai uscita ma sarebbe stata archiviata come "segnalazione riservata". Proprio pèerché non la possiamo dimostrare. Mi sembra semplice no ?

 

Niente da fare, continua l'estenuante difesa di un miraggio. Come si può minimamente sperare che questa ricostruzione venga ritenuta credibile se lo stesso CUN ha ritenuto di avallare un caso con un comunicato stampa dove si fa riferimento solo ed esclusivamente al filmato del sig. Scorza? Come mai queste "rivelazioni" escono fuori solo dopo aver dimostrato che l'oggetto solido altro non era che un ridicolo riflesso? La risposta sarebbe prevedibile e fin troppo imbarazzante.

 

La lunga discussione con l'estrapolazione delle parti salienti termina qui. Chi fosse curioso di leggere tutti i passaggi può farlo direttamente alla pagina sopra linkata. Altro non c'è da dire se non che il CUN starà probabilmente sperando che questo "caso" vada direttamente nel dimenticatoio.

 

Nella stessa discussione ho tralasciato tutte i commenti che alludono a presunte offese che l'utente Gucumatz avrebbe rivolto al sig. Fabrizio Scorza, il quale ha ritenuto utile intervenire nel forum del CUN aprendo una nuova discussione nella quale è stata resa pubblica tutta la chiacchierata intercorsa tra il cameraman e Gucumatz affinchè i lettori potessero autonomamente stabilire se ci sia stata offesa nei confronti di chi ha scambiato un banale riflesso per un oggetto solido, veloce, che volava sette/dieci volte più veloce delle Frecce Tricolori.

Aggiornamento 27.11.2014


Questa mattina, secondo quanto riportato dalle News pubblicate sul sito del CUN, era prevista la presenza di Roberto Pinotti (segretario del Centro Ufologico) e di Fabrizio Scorza nella puntata de I Fatti Vostri (abbiamo capito che gli ufologi vanno tutti da Magalli...). A dire cosa francamente non saprei immaginarlo, soprattutto alla luce di tutto quanto emerso e pubblicato in questo articolo.


Tuttavia, senza riportare alcuna motivazione in merito, questa mattina si è appreso che tale ospitata è stata spostata a data da destinarsi. Ed anche qui non saprei ipotizzare i motivi di questo rinvio, oppure sono (forse) fin troppo evidenti?

Scrivi commento

Commenti: 7
  • #1

    KOSLINE (martedì, 25 novembre 2014 18:27)

    Cun, Centro Ufologico Na chiacchera a u giurnn ! :D

  • #2

    LEM (martedì, 25 novembre 2014 18:44)

    Ero presente quel giorno e come tanti presenti armati di telecamere e (io) macchine fotografiche. Mi sono chiesto da subito come mai tra tanti testimoni anche qualificati, nessuno abbia visto e ripreso niente. Per i problemi di elettronica.... confermo. Tanti utenti con cellulari su una cella che abitualmente ne supporta molti meno ha reso impossibile telegonare.

  • #3

    Alessandro Madeddu (martedì, 25 novembre 2014 18:46)

    Quando si dice "fare il gioco delle tre carte"...

  • #4

    Renato Babolin (martedì, 25 novembre 2014 21:40)

    Pinotti, nuovamente fregato dal Gatto e la Volpe.

  • #5

    Pietro (giovedì, 27 novembre 2014 01:04)

    Ho letto ke domani Pinotti e il testimone saranno in tv da Magalli... a dire cosa????
    Ma tutti da MAgalli vanno questi qui?

  • #6

    Anonimo (mercoledì, 24 dicembre 2014 16:54)

    Lunedi 22 dicembre 2014 a LA VITA IN DIRETTA su RAIUNO si è parlato dell'UFO delle Frecce Tricolori,del CUN e del Reparto Generale Sicurezza dell'Aeronautica Militare italiana,con tanto di video e di foto.

  • #7

    UFO of Interest (mercoledì, 24 dicembre 2014 17:06)

    Anonimo,
    grazie della segnalazione di cui ne ero già a conoscenza, avendo segnalato questa notizia sulla pagina facebook del blog:

    http://goo.gl/B8yra1

    Ennesima dimostrazione di come in tv la fuffa venga preferita alla verità.